Una delle grandi novità introdotte nel 2016 è la prima edizione del Wicked Wedding Award. Un premio dedicato a quella tra le mie coppie che ha avuto il merito di ideare il matrimonio più incredibile dell’anno.

Immagino cosa stai pensando, come faccio a premiare una coppia piuttosto che un’altra, visto che si tratta sempre di matrimoni organizzati e celebrati da me? Te lo spiego subito.

Prima di tutto colgo l’occasione per sfatare una volta di più il mito secondo cui la wedding planner decide al posto degli sposi e impone il suo gusto e la sua volontà. No… hai ragione. Non si tratta di un vero e proprio mito. Molte wedding planner fanno così, ma IO non faccio così. Nei miei matrimoni gli sposi sono al centro sia del grande giorno che dei preparativi, e il mio impegno è quello di aiutarli a tirare fuori le loro straordinarie qualità.

Insomma, la buona riuscita di un matrimonio non è soltanto merito mio. E questo è un caso assolutamente perfetto per spiegarlo, visto che il matrimonio di Sebastiano e Silvia, vincitori del Wicked Wedding Award 2016, porta assolutamente la loro firma. Ma facciamo un passo indietro, lascia che ti spieghi in che cosa consiste questo premio.

Wicked Wedding Award

Ci sono matrimoni che si fanno notare più di altri e che entrano immediatamente nel regno incantato dei desideri delle spose. Quando le prime testimonianze sul matrimonio di Silvia e Sebastiano hanno iniziato a girare in rete, il verdetto è stato unanime. Tutte le future spose che sto seguendo per il prossimo anno ne sono rimaste estasiate e mi hanno chiesto di realizzare anche per loro questo o quel dettaglio. Tutti i fornitori con cui collaboro abitualmente mi hanno detto che avrebbero voluto lavorare anche loro con quella coppia e di tenerli presenti per un prossimo matrimonio dello stesso livello di poesia e originalità.

Ho deciso di chiamare questo premio Wicked Wedding perché la parola wicked in inglese ha un doppio significato. In linguaggio colloquiale significa fantastico, stupendo, strepitoso, spettacolare. In linguaggio aulico significa maligno, perfido. Mi sembra il termine migliore per definire qualcosa di bellissimo che fa diventare le persone verdi d’invidia come la Strega Malvagia dell’Ovest de Il Mago di Oz (the Wicked Witch, appunto).

E proprio da Il Mago di Oz la citazione che potrebbe descrivere meglio questo matrimonio:

“Non c’è nessun posto come la propria casa.”

Il desiderio di Silvia e Sebastiano era infatti quello di creare un matrimonio semplice e incentrato sul piacere di stare insieme e di condividere i momenti di gioia con i propri cari.

“Dovrà essere come se avessimo invitato tutti a mangiare a casa nostra.”

Queste sono state le parole di Silvia nel descrivere l’atmosfera desiderata per il loro matrimonio. E così è stato. Le nozze hanno avuto luogo in una incantevole dimora d’epoca in Toscana (a Reggello, Firenze), trasformatasi per un giorno nella casa degli sposi. Ecco alcuni dettagli sulle loro nozze e qualche foto in anteprima, poi pubblicherò il matrimonio nel mio portfolio.

cerimonia all'aperto in stile boho

la cerimonia nuziale sotto la quercia

Scheda stilistica

Stile: boho

Palette: arcobaleno

Motivo decorativo: un rigoglioso albero, simbolo di vita, della famiglia e della solidità delle radici.

Materiali principali: legno e materiali naturali

Svolgimento del matrimonio

Dopo una romantica cerimonia all’aperto, all’ombra di una quercia secolare decorata con acchiappasogni all’uncinetto e campanellini, gli ospiti sono stati invitati ad un aperi-merenda (così definito dagli sposi). Un aperitivo a pic-nic sul prato, con cibi tipici della tradizione toscana e un originale olive-bar, il tutto allietato da musica dal vivo e giochi tradizionali in legno che hanno divertito grandi e piccini fino al tramonto. La vera difficoltà è stata infatti convincere gli invitati ad interrompere i giochi per recarsi a cena! Questa è stata servita in una bella sala con copertura a volta. Gli ospiti si sono accomodati in lunghe tavolate, senza posti assegnati, per rispettare il desiderio degli sposi di valorizzare lo spirito di convivialità e condivisione. Un menu tipico e realizzato con ingredienti genuini e di alta qualità è stato servito a buffet, poi tutti di nuovo all’aperto per godere di un tavolo imbandito pieno di dolci e di una coccola studiata dagli sposi: cantucci e vinsanto. Il taglio torta (una squisita torta nuda al cioccolato e frutta fresca) si è svolto in giardino, sotto gli alberi illuminati da mille lucine bianche.

matrimonio pic nic a reggello firenze

i giochi in legno

Ma la festa di Sebastiano e Silvia non finiva lì, perché dopo il taglio torta gli sposi hanno invitato tutti gli ospiti al loro ballo nel granaio. Lì, sotto un cielo di lucine, bandierine colorate e sfere di carta, era stato allestito un palco dove amici degli sposi (musicisti e amanti della musica) si sono dati il cambio per far divertire e ballare tutti fino a quando i piedi hanno retto. Nel granaio c’erano anche un ricco buffet con bevande alcooliche e analcooliche, un candy bar con caramelle, lecca lecca e pop corn aromatizzati e un angolino riservato ai confetti.

matrimonio boho a Firenze

il ballo nel granaio

Per pubblicare tutte le foto dei dettagli di questo incredibile matrimonio ci vorrebbe un’enciclopedia. Gli sposi sono infatti due creativi dalla mente vivace e dalle mani incredibilmente abili e hanno creato da soli tutti i dettagli del matrimonio. Testimoni e damigelle sono stati coccolati con tanti regali, borse e vestagliette personalizzate per le damigelle, bretelle e calzini per i testimoni, fazzoletti ricamati con frasi affettuose per i genitori, il tutto confezionato in scatole di legno personalizzate. La decorazione della sala era affidata ai fiori e a barattoli di conserve contenenti lucine, per un effetto “lucciole” molto suggestivo.

matrimonio boho chic Firenze

alcuni dettagli

Sono inoltre stati realizzati dagli sposi tutti gli accessori per la cerimonia, dalle wedding wands alla scopa (per il salto della scopa) fino alla treccia di nastri per l’handfasting e ai libretti della cerimonia. Gli invitati hanno inoltre ricevuto dei fazzoletti anti-commozione (mai regalo si è rivelato più utile!) e delle bustine con riso ecologico per festeggiare gli sposi dopo il sì, oltre che un kit di benvenuto con accessori da bagno posto nelle camere del b&b dove gli sposi li hanno ospitati. Oltre ai giochi in legno, gli sposi hanno preparato un guestbook in legno e un bellissimo photobooth con accessori divertenti e tutto l’occorrente per uno spy game. Come bomboniere sono state realizzate delle conserve di cipolla e melanzane, con prodotti tipici della terra natale degli sposi, confezionate in una scatola di legno.

Curiosità

Infine ecco alcune curiosità sul matrimonio.

1) Silvia è Toscana e Sebastiano Campano, quindi tutti i testi del matrimonio (dai cartelli in legno alle partecipazioni) sono stati scritti in due “lingue”: italiano e napoletano.

2) Prima della cerimonia il cielo era pieno di nuvoloni neri. A differenza di quello che accade di solito, l’unica a non essere preoccupata dell’eventualità pioggia era la sposa. Silvia, da vera donna di campagna, aveva già previsto che le nuvole si sarebbero spostate. Bride power!

3) Sono stata perseguitata per tutta la giornata da una serie di sfighe, si potrebbero usare per scrivere una sceneggiatura comica da far invidia a Benny Hill! Considero la buona riuscita di questo matrimonio un trionfo personale, la prova che un buon lavoro di squadra può sconfiggere anche la cattiva sorte.

4) Silvia e Sebastiano hanno ricevuto il trofeo Wicked Wedding Award, il mio libro e un buono per un percorso di coppia in un centro benessere di Firenze.

Il team

Sicuramente sto saltando qualcosa, ma non posso dimenticare i fantastici fornitori che hanno reso tutto questo possibile. Il Wicked Wedding Award è

merito di tutti loro! Io mi sono occupata di assistere gli sposi nell’organizzazione, di scrivere e celebrare la cerimonia e del coordinamento. Insieme a me Sabrina Bianco di White Wedding & Events.

Da ricordare inoltre:

location Agriturismo Antico Borgo La Torre,

catering Stefano Tramaglino,

fiori Di Fiore in Fiore di Beatrice Bencivenni,

torta Pasticceria Tozzi,

foto Fumagalli Photography,

abito da sposa MiamaStore di Pontecagnano,

gilet sposo Marc Darcy Suits di Manchester,

trucco e parrucco sposa Maria Vitale Hairstyle,

look sposo Valerio Parrucchiere di Reggello,

giochi in legno La Piazzetta di Pulicciano,

fedi Fabiani Gioiellerie,

allestimenti e accessori in legno Strambottega (il regno di Sebastiano)

E poi tanti aquisti su etsy: cake topper: Wedding Rustic Deco, papillon e gemelli in legno: Woodton, guanti sposa: ByVivienn, fazzoletti: GiveMyHandkerchiefs, bags damigelle: NJRDesign, vestagliette damigelle: The Little Lovebird, calzini personalizzati: Mayandsons.

.

.

A presto!

♥♥♥ Claudia

[la vostra amichevole wedding planner di quartiere]