Il primo lunedì di settembre è sempre una data critica. Qualcuno lo considera una sorta di capodanno, perché è legato ai ritmi della scuola e quindi in qualche modo continua a pensare che l’anno abbia inizio in questo mese. Altri semplicemente fanno tanti buoni propositi di ritorno dalle vacanze.

È il risultato della procrastinazione dei mesi precedenti, legata a doppio filo alle ferie. Se anche tu sei andata in vacanza ad agosto probabilmente hai pensato una di queste cose:

  • Perché iscriversi in palestra ora? Lo farò a settembre!
  • Da settembre devo assolutamente darmi una regolata con il cibo, sto mangiando troppo!
  • Appena arriva settembre mi occuperò di quel lavoro arretrato/di quel progetto.
  • Fa troppo caldo, questa lista di cose da fare sarà meglio riguardarla a settembre.

Allora sembrava che il rientro dalle ferie fosse lontano, ma in men che non si dica settembre è arrivato. Ha portato con sé un po’ di fresco (grazie! stavo morendo di caldo), un po’ di preoccupazione per il futuro (test nucleari… ma dove finiremo?), ma anche la routine casa-lavoro in cui è leggermente più facile inserire il tempo dei preparativi.

O almeno questo è quello che pensavi.

Infatti è probabile che al tuo ritorno tu abbia trovato ad aspettarti tante cose da fare, la scrivania piena di lavoro da sbrigare, un sacco di pratiche da completare “per ieri”, la casa che sembra un campo di battaglia, con le valigie da svuotare, le lavatrici da fare… Per non parlare di tutti gli appuntamenti rimandati da confermare: il dentista, il commercialista, il parrucchiere e così via.

In men che non si dica, è arrivato ottobre

E in tutto questo tran tran hai tralasciato UN progetto, quello che in realtà ti stava più a cuore: l’organizzazione del tuo matrimonio.

Per questo oggi ti voglio dare qualche consiglio per organizzarti meglio e non soccombere sotto le mille cose da fare.

Prima di tutto stabilisci le tue priorità. Cosa è fondamentale per te?

Io non credo in quelle liste prefatte che ti dicono cosa fare nove mesi prima, cosa fare sei mesi prima del matrimonio e così via. L’esperienza mi ha insegnato che ogni matrimonio è diverso e ha una diversa Timeline.

Prova a rispondere a queste domande:

  1. Qual è quel prodotto o servizio che per te dà ufficialità al tuo progetto?
  2. Quello simbolico e importante per te, che ti fa pensare “sta succedendo, mi sto per sposare davvero”?
  3. La cosa a cui non rinunceresti mai e su cui non vuoi fare economia?
  4. L’elemento che ti mette più ansia, lo scoglio da superare per poi dire “ora è tutta discesa”?
  5. Il fornitore di moda, che tutti vorrebbero e che vorresti accaparrarti per prima?

Vedrai che se rispondi sinceramente avrai molto più chiare le tue priorità.

Mettile in ordine. Da quale vuoi cominciare?

Ci vuole un po’ di buon senso, di spirito critico e anche di conoscenza del settore. Ma puoi riuscire a fare un programma e darti degli obiettivi.

Scegli cosa fare prima e cosa fare dopo e distanziali di un lasso di tempo ragionevole. Per esempio metti un compito ogni mese (o uno ogni settimana se stai organizzando tutto in pochi mesi).

Usa anche la logica, ci sono cose che non puoi fare prima di altre. Non puoi acquistare le partecipazioni, per esempio, prima di aver fatto un conto e stabilito quanti saranno i tuoi invitati.

Per ogni cosa da fare chiediti quali informazioni o passaggi sono “propedeutici”, per così dire, al suo completamento.

Segui l’ordine che hai scelto SENZA deviare

Questa è la cosa più difficile. Ora hai mille pensieri in testa. Sei drogata di entusiasmo. Vuoi tutto e subito, non pensi ad altro che al matrimonio. Vuoi scegliere la location, ma stai sognando il vestito e se passi davanti ad una vetrina di bomboniere ti fermi a guardarle.

NO.

Completato un obiettivo si passa al successivo. Se l’obiettivo precedente non è completato non correre oltre.

Dico davvero, non iniziare mille cose, avrai la percezione che i tuoi preparativi non procedono. Schizzerai qua e là come una pallina del flipper e in men che non si dica sarai stanca. Sai quali sono le frasi più frequenti che le spose flipper dicono durante i preparativi? Eccole:

“Non ce la faccio più”

“Non vedo l’ora di sposarmi e buttarmi tutto alle spalle”

“Vado avanti solo perché dopo mi riposerò”

“Chi me l’ha fatto fare?”

“Odio il mio matrimonio, vorrei che fosse già passato”

Queste sono vere frasi, che ho sentito dire a vere spose che stavano organizzando da sole il loro matrimonio comportandosi come delle schegge impazzite. È lo scotto da pagare per il multitasking.

Nell’organizzazione del matrimonio (e in realtà anche in ogni altro ambito della vita) il multitasking è IL MALE.

I preparativi non scappano. Devi valutare i tempi, certo. Ti sconsiglio per esempio di andare a comprare il tuo vestito da sposa una settimana prima delle tue nozze, perché sarà una corsa contro il tempo. È OVVIO che devi considerare i tempi, lo ribadisco.

Tra considerare i tempi e rovinare il proprio matrimonio – e tutto il periodo dei preparativi – per l’ansia di fare tutto contemporaneamente, però ce ne passa.

Forse ti sarà difficile crederci, perché istintivamente ti sembra una cosa semplice, ma la Timeline, o Time Plan, insomma il programma delle cose da fare (e quando farle) è uno degli aspetti più delicati di tutti i preparativi.

Quindi non lo prendere sottogamba e approfitta dell’atmosfera di settembre per organizzarti meglio. Fissa sulla tua agenda alcune ore per dedicarti solo a questo. Pianificazione, progettazione, strategia.

Vedrai che con un buon Time Plan e una buona dose di disciplina nel seguirlo, il tuo matrimonio sarà impeccabile e ti sarai goduta ogni momento del percorso.

Vantaggi di una pianificazione efficace

Ecco alcuni aspetti che devi considerare, per capire appieno l’importanza di questo strumento per l’organizzazione del tuo matrimonio:

  1. Non rischi di dimenticare qualcosa
  2. Le cose da fare non si accavallano
  3. Sai sempre di essere perfettamente in orario sulla tabella di marcia
  4. Se sei in ritardo puoi facilmente rientrare in carreggiata
  5. Puoi pianificare quando dare i vari acconti e saldi in base alle tue possibilità
  6. Sei sicura di aggiudicarti per primi i servizi per te più importanti
  7. Puoi avere un quadro chiaro delle cose da fare
  8. Puoi dividerti le cose da fare con lui e coinvolgerlo nei preparativi
  9. La tua vita nel frattempo può andare avanti, senza sensi di colpa o ansie
  10. Riduci lo stress per te e per i tuoi cari

Allora, pronta a fare questo buon proposito per il “nuovo anno”?

Corri a fare il tuo Time Plan! Se non sei sicura di farcela, vuoi una mano o vuoi sapere quanto costerebbe fartelo fare da qualcuno che è abituato a gestire e pianificare matrimoni scarica il mio listino.

Buon nuovo inizio e a presto!

♥♥♥ Claudia

[la tua amichevole wedding planner di quartiere]