Immagino che tu ne sia consapevole: i bambini nel corteo nuziale sono uno degli elementi più teneri di tutto il matrimonio. Ce l’ha ricordato Pippa Middleton durante le sue nozze. Strappano sempre un sorriso, qualche volta una lacrimuccia. Di sicuro aggiungono molta emozione al momento del tuo ingresso alla cerimonia. E se temi che ti rubino la scena, tutt’altro. Anzi servono a preparare la strada e a far ricordare a tutti i presenti “quanto eri carina quando eri piccola”, in modo che il contrasto con la splendida donna che sei diventata sia ancora più commovente.

Detto questo, non è poi così facile scegliere chi svolgerà il compito di portarti le fedi, di spargere i petali di rosa sul tappeto prima del tuo arrivo, o di mostrare ai presenti dei cartelli con indicazioni serie o buffe.

Per esempio “arriva la sposa” oppure “ultima occasione per scappare” o ancora “si prega di spegnere i cellulari”.

Tu immagini che loro avanzeranno emozionati e un po’ traballanti, tutti presi dal loro compito e desiderosi di svolgerlo al meglio. Invece potresti trovarti con bambini in lacrime, in preda ai capricci. Flower girl che non vogliono spargere i petali perché vogliono tenere per loro il cestino decorato con tutto il suo contenuto. Paggetti che lanciano stizziti le fedi nel prato. Oppure che si piantano come muli bloccando il corteo e facendo una scenata da… bambino.

Perché è bene ricordarselo. Sono piccoli. E spesso sono sottoposti ad una pressione che neanche gli adulti reggerebbero.

Come fare allora? Il primo passo è scegliere con accortezza a chi affidare questo compito. Ecco alcune indicazioni per te.

Come scegliere i paggetti e le damigelle per il tuo matrimonio

Piccola premessa, i criteri di scelta non riguardano i bambini. Non voglio fare discriminazione. Anche se detto tra noi, non tutti i bambini sono degli angeli (anzi!). Il criteri che ti propongo sono molto più spiccioli e pratici, non voglio che tu tu perda in selezioni degne di little miss America. Pronta? Cominciamo!

1) L’età

Sì, più sono piccoli e più sono carini, è vero. Ma un bambino di pochi anni non ha il sangue freddo necessario per affrontare un incarico di responsabilità (portare le fedi è un compito che molti adulti declinerebbero, perché hanno un valore spesso importante). Non sotto lo sguardo di tutti, non sotto il rimprovero della mamma che è emozionatissima e più nervosa del solito. Il bambino/la bambina deve saper camminare bene. Questo vale soprattutto se ti sposi all’aperto e c’è da camminare sulla sabbia o sul prato, oppure se ci sono scale, pendenze, chianche o altri ostacoli. Quattro anni sono una buona età di partenza. Se sono più piccoli stai rischiando.

Un’alternativa sarebbe mandarli mano nella mano di una damigella più grande, o della loro mamma, ma l’atmosfera fa comunque tanto a quell’età. Se si respira nervosismo aspettati più capricci del previsto.

2) I genitori

Alcuni genitori vanno nel pallone quando il loro bambino deve fare qualcosa di importante. Lo riempiono di mille raccomandazioni e rimproveri, sono duri con lui e diventano isterici per paura di “fare brutta figura”. Di solito le conseguenze sono negative, sul bambino e sulla cerimonia. Quindi evita di affidare l’incarico ai figli di persone che non sanno gestire la situazione con il sorriso. Forse dovrai rinunciare ad un paggetto o ad una damigella, ma sarà per il bene del bambino.

3) Le invidie

Non puoi avere cento paggetti e damigelle. Quindi è possibile che se scegli un bambino ne dovrai escludere un altro. Il che al bambino escluso potrebbe dispiacere (se è abbastanza grande da capire di essere stato scartato), ma potrebbe anche portare i genitori ad offendersi. Devi considerare la parentela e il rapporto che hai con i genitori. Se è tuo figlio sicuramente nessuno si offenderà, se è la figlia della tua testimone idem, ma se le testimoni sono due e anche l’altra ha un figlio della stessa età potresti creare un incidente diplomatico.

Per evitarlo parla con molta sincerità con i genitori e spiega il motivo della tua scelta. Meglio ancora sarebbe se tu riuscissi a trovare il modo di coinvolgere tutti i bambini di età adeguata. In una cerimonia simbolica che ho celebrato con il mio progetto cerimonia vip, tutti i bambini sono entrati prima della sposa portando dei palloncini bianchi ad elio. L’effetto è stato veramente tenero e nessuno si è sentito escluso. Inoltre i più grandicelli hanno dato coraggio ai più piccoli. Ecco, prova ad ideare qualcosa di simile!

4) Il carattere

Come ti ho spiegato non voglio fare discriminazioni. Ma ci sono dei bambini molto timidi che non è bello forzare a svolgere dei compiti che li mettono in agitazione. Così come ci sono dei bambini vivaci e sempre in movimento che non possono essere forzati a stare fermi, compiti e partecipi. Poi se vuoi possiamo discutere sull’opportunità di non invitare i bambini al matrimonio. È anche una soluzione praticabile. Così come quella di avere un servizio di animazione che si prenda cura di loro.

5) Il clima

Torno sull’argomento, anche se ho già parlato del caldo al matrimonio. Per i bambini, soprattutto se piccoli, il troppo sole non è un buon amico. Lo stesso dicasi per tutte le condizioni meteorologiche avverse. Lo so che hai un sogno ben preciso in mente, ma sicuramente non vuoi che nessuno stia male durante il tuo matrimonio. Bambini e anziani vanno protetti. Quindi scegli con grande cura e amore chi ti accompagnerà durante la cerimonia.

Spero di aver chiarito un po’ dei tuoi dubbi sull’argomento. Ovviamente ci sarebbe tanto da dire, che non può essere riassunto in un articolo di blog. Come preparare i bambini, cosa dire ai loro genitori, come si devono vestire, cosa possono fare di alternativo (oltre a portare le classiche fedi e spargere i fiori). E molto altro.

Questo è solo uno degli aspetti del tuo matrimonio, ma ti sarai resa conto che è facile sottovalutarlo.

Non fare anche tu lo stesso errore. Puoi chiedere il mio aiuto come wedding planner, per sciogliere i tuoi dubbi e guidarti nei preparativi (scarica il mio listino con tutte le informazioni per una valutazione preliminare del servizio).

Oppure puoi partecipare al progetto MY Wedding Secret e diventare tu stessa la tua wedding planner, apprendendo da dei comodi video direttamente a casa tua tutti i trucchi per organizzare al meglio le tue nozze. Chiedimi informazioni

A presto!

♥♥♥ Claudia

[la tua amichevole wedding planner di quartiere]