Sabato c’è stato il Royal Wedding, il matrimonio tra il principe Henry e Meghan Markle, o per meglio dire la Duchessa di Sussex, come dobbiamo chiamarla adesso. Spose e wedding planner sono state incollate alla tv o a youtube per vedere la diretta, il tam tam dei social è stato pazzesco. Insomma, quello che succede sempre quando si sposa un membro della famiglia reale, lo stesso copione del matrimonio di William e Kate o quello di Pippa Middleton.

Prima di cominciare a commentarlo, devo farti una confessione. Io non ero tra quelle che hanno seguito la diretta. Sabato è stata una giornata di lavoro intensa, in cui mi sono dedicata a tante spose meno altolocate, ma per me più importanti. Matrimoni reali, non Reali. So che è stata una delusione per Meghan, ma che posso dirti? Se ne farà una ragione.

Ovviamente però non si può essere all’oscuro nemmeno del più piccolo dettaglio di questo matrimonio da tabloid, visto che tutti ne parlano. È un po’ come quando non vuoi sentire la partita, ma tutte le televisioni del circondario sono sintonizzate su quella e assorbi le parole dei commentatori e le urla dei tifosi involontariamente.

La domanda che mi sono fatta però è questa.

Se Meghan Markle fossi tu, cosa sarebbe successo?

Immagina che Harry sia un Principe nostrano (sì, va bene, in Italia non abbiamo la monarchia, facciamo uno sforzo di fantasia) e tu la sua fidanzata proveniente da una famiglia non nobile, che ha gli occhi di tutti addosso. Non dovrebbe essere difficile, se hai letto la fiaba di cenerentola dovresti aver sognato almeno una volta nella vita di sposare un Principe e fare un matrimonio da Principessa.

Come sai, gli inglesi sono feroci nelle loro critiche, ma gli italiani hanno fatto della critica e della polemica una ragione di vita. Un’arte, se così possiamo chiamarla. Gli italiani sono un popolo che si sente esperto su tutto e pronto a criticare su tutto. La prova la hai davanti a te. Da quando hai annunciato il tuo matrimonio quante persone hanno ritenuto doveroso darti i loro consigli? Quante ti hanno voluto raccontare (in maniera del tutto non richiesta) la loro esperienza di spose oppure quella vissuta al matrimonio di qualcuno?

E quanti di loro fanno i wedding planner di mestiere?

Ecco, ti sei data la risposta da sola: nessuno. Tranne forse quella tua amica lì, che dice di voler fare la wedding planner, ma ha collezionato si e no una manciata di matrimoni  e si dedica alle feste per bambini o a eventi minori e più semplici.

Io immagino i tuoi parenti e amici durante il tuo matrimonio se Meghan Markle fossi tu:

La nonna: “Mamma mia come sta sciupata! Ma Henry non la fa mangiare?”

L’altra nonna: “Ma non lo sa che deve giurare obbedienza al marito? Questi giovani d’oggi!”

La prozia: “Che indecenza, una divorziata con l’abito bianco e il velo!”

La cognata: “Bella, io al mio matrimonio ero molto più magra, avevo un vitino da vespa che tu te lo sogni!”

La zia invidiosa: “Ma che mi significa questo vestito da pezzente? Neanche un po’ di pizzo, uno svarowski…!”

L’altra zia invidiosa: “E quel bouquet striminzito? Si vede che hanno speso troppo per il banchetto e hanno dovuto risparmiare su altro”

La collega esperta di bon ton: “Un momento! Kate è vestita di bianco? E Victoria è vestita di nero? Che scandalo!”

L’amica che vuole fare la wedding planner: “Questo stile floreale è già visto da almeno due stagioni, non è per niente trendy”

Continuo?

L’amico che non accetta l’avanzare del tempo: “Eh, guarda George quanti capelli bianchi ha. E anche David non è più quello di una volta!” (sì, credici… n.d.a.)

La cugina campionessa di selfie: “Cara, però un po’ di trucco in più potevano mettertelo, ci vorranno molti filtri per rendere le foto decenti”

Tuo fratello: “Eh, sono bravi tutti ad indossare la divisa, io invece mi devo mettere la solita giacca e cravatta!”

Tuo padre: “Non esiste che non debba essere io ad accompagnare mia figlia all’altare”

Tua sorella: “Quella str…ega! Duchessa, tzè! Spero che inciampi nello strascico”

I paggetti: “Facciamo finta di portare il velo, poi al mio tre ci giriamo e scappiamo”

Il nonno: “Eh? Che succede? Mi sono addormentato, questo Arcivescovo parla troppo”

L’amico musicista/cantante: “Sarei stato più bravo io di questo coro gospel”

E così via…

Non so se siano questi i pensieri dei parenti e amici di Meghan Markle, ma sono sicura che hai individuato parecchie frasi che potrebbero dire i TUOI parenti e amici al TUO matrimonio. È seccante lo so.

Ma c’è una cosa ancora più seccante.

Che tu stai facendo di tutto per accontentarli. Un ricevimento curatissimo che li faccia stare bene. Una cerimonia che rispetti tutte le tradizioni a cui tengono. Il fotografo di famiglia. L’abito che piace alla mamma. Il fiorista consigliato dalla zia. L’amica che ti fa da wedding planner perché “deve fare esperienza” e non hai saputo dirle di no.

Sbaglio?

Ecco, invece voglio offrirti un punto di vista diverso. Prova a spegnere nella tua testa l’interruttore dello sparacritichearaffica (essendo italiana ce l’hai anche tu, di serie). Prova a guardare il matrimonio di Meghan Markle e Harry e a notare gli elementi VERAMENTE importanti.

Cosa devi notare nel matrimonio di Meghan Markle

 

matrimonio tra il principe Henry e Meghan Markle

Matrimonio tra il principe Harry e Meghan Markle

  1. Due ragazzi innamorati, è evidentissimo. Osserva come si guardano e si sorridono.
  2. Una sposa che ha voluto sfidare le tradizioni anche se ha gli occhi del mondo addosso.
  3. Una cerimonia non convenzionale
  4. Un matrimonio “da Principessa” moderno e al passo con i tempi.
  5. Un mix di culture e tradizioni.

Certo, per quanto sia possibile trattandosi di un Principe, che deve rispettare una gigantesca quantità di protocolli.

E sai qual è l’elemento cruciale, quello che detta tutto il mood dell’evento e che esprime la personalità degli sposi?

È SEMPRE la cerimonia. Se la cerimonia viene bene, il matrimonio è in discesa. Se la cerimonia è mal riuscita, non importa quanto sangue blu ti scorre nelle vene, tutto il matrimonio è a rischio.

Ma c’è una buona notizia.

Tu sei molto più libera di Meghan Markle

Puoi fare quello che vuoi. Letteralmente.

  1. Avere il vestito che vuoi, e fregartene se a qualcuno non piace.
  2. Invitare chi ti pare, e non 600 persone.
  3. Fregartene di quello che la stampa pensa e dice della tua famiglia e avere tuo padre accanto.
  4. Commuoverti, piangere, ridere, senza pensare troppo a cosa verrà fuori nelle foto, perché non finiranno sui giornali.
  5. Soprattutto, puoi avere la cerimonia dei tuoi sogni.

Non in chiesa. Senza lunghe tiritere. Personalizzata e unica.

Una cerimonia all’aperto, in giardino o sulla spiaggia.

Un rito civile emozionante e coinvolgente per tutti, che toglie il fiato a chi vorrebbe criticarti.

Meghan, come Pippa, come Kate, come ogni altro reale, non può averlo.

Per loro solo la solita messa, solo ricevimenti interminabili con un esercito di persone sconosciute, solo imposizioni.

E se Meghan ha avuto il coraggio di cambiare, (sì, solo un minimo, ma già scandaloso in quegli ambienti) pur sotto lo sguardo severo della Regina, perché non dovresti averlo tu?

Ecco cosa vorrei che portassi a casa dal matrimonio di Meghan e Harry.

Non il sorriso di Beckham, non il cappellino di Kitty Spencer o i tacchi di Oprah.

Il coraggio di creare il matrimonio che vuoi.


Io posso aiutarti ad ottenerlo, anche se non stai sposando un Principe (ma in realtà lo è, nel tuo cuore).

Posso guidarti nell’organizzazione del tuo matrimonio, a partire dalla creazione di una Cerimonia VIP ideata su misura per te, che ti emozionerà e lascerà i tuoi invitati commossi ed entusiasti. Dimenticheranno la loro voglia di cercare difetti nel tuo matrimonio, perché saranno rapiti da quell’atmosfera, conquistati dal tuo buongusto e commossi nel vedere risplendere il tuo amore.

Per maggiori informazioni, contattami tramite il form che trovi sul mio sito dedicato alle cerimonie.

LO TROVI QUI