Quando si organizza un matrimonio, pur con tutto l’impegno e l’entusiasmo, non si è mai immuni dagli errori. Qualche piccolo imprevisto, intralcio o difetto esiste in tutti i matrimoni. Il matrimonio “perfetto” è un’utopia. Infatti, come in tutte le cose della vita, la perfezione non esiste.

Se il tuo obiettivo è quello di avere un matrimonio perfetto, quindi, mettiti l’anima in pace: non lo sarà. E questo non dipende necessariamente dal fatto di avere o no una wedding planner. Una wedding planner ti aiuta a prevenire tantissimi errori, che tu potresti commettere per inesperienza, ma, essendo un essere umano, non può garantirti l’assoluta perfezione.

Anzi, ti consiglio di diffidare da chi ti promette qualcosa di simile. Ci sono troppe variabili che non è possibile prevedere.

Ti faccio un esempio fresco fresco, proveniente dal matrimonio della mia coppia di ieri.

Il sarto ha consegnato per errore al testimone dello sposo dei pantaloni di 4 taglie più grandi. (!!!) Di conseguenza, in attesa che il poverino trovasse un’alternativa per potersi presentare alla cerimonia vestito in maniera conveniente, sono trascorsi parecchi minuti. Un MICRO errore, che ha comportato una sbavatura nel timing, perché il rito è iniziato dopo l’orario previsto.

Con tutta l’organizzazione e l’efficienza della squadra, non era possibile prevedere questa eventualità (a meno di non volerti occupare tu di controllare l’abbigliamento di tutti i tuoi ospiti, ma saremmo nel campo della follia). È stato un problema grave? No. È stato un matrimonio perfetto? No. Ha poi tutta questa importanza, visto che tutti si sono goduti la giornata lo stesso? Assolutamente no.

La perfezione a cui devi tendere è quella di avere un matrimonio “perfetto per te”, non in assoluto.

Chiarito questo, esistono però dei MACRO errori, che possono mandare a monte l’intera giornata, ed è su questo che voglio farti riflettere oggi. Si tratta di vere e proprie GENIALATE (nel senso peggiore del termine), fatte a veri matrimoni a cui ho partecipato, come invitata, come wedding planner o come celebrante, e che hanno compromesso o rischiato di compromettere tutto il matrimonio.

Gli errori da NON fare al tuo matrimonio, 5 “genialate” a rischio disastro

Genialata n.1: “tanto non verranno tutti”

È sicuramente vero che c’è sempre un calo fisiologico nel numero degli invitati. Di solito non vengono tutti. Ma fai molta attenzione. Non puoi fare i conti basandoti su quello che tu prevedi accadrà.

Devi organizzare il tuo matrimonio COME SE venissero tutti. Questo riguarda soprattutto la capienza della sala.

Una coppia di miei sposi, quando sono arrivati da me avevano scelto una location con capienza interna massima di 120 persone. E ne avevano invitati 180, certi che una buona metà non avrebbe partecipato (era un destination wedding e partecipare comportava oggettive difficoltà per gli invitati, soprattutto per gli anziani).

L’unica alternativa era fare la cena all’aperto, e quando mai sarebbe successo di sbagliarsi così tanto nella previsione del numero e di avere contemporaneamente sfiga con il meteo?

Appunto.

Al loro matrimonio hanno partecipato TUTTI i 180 invitati, anche la prozia novantenne che è arrivata dall’altra parte del mondo.

E il giorno del matrimonio pioveva.

Genialata n.2: “facciamo giusto un salto a fare due foto”

Sono sicura che, da invitata, è capitato anche a te. Gli sposi spariscono per andare a fare le foto e lasciano gli invitati a girarsi i pollici fino al loro ritorno.

Mi è capitato di essere invitata ad un matrimonio, e di aspettare gli sposi per più di due ore, perché erano andati a fare le foto su una spiaggia a 50 km di distanza.

E in quelle due ore è successo di tutto. Sotto il sole, senza neanche un bicchiere d’acqua e con circa 40° all’ombra, abbiamo sofferto tutti tantissimo.

Una delle invitate, incinta, si è sentita male ed è finita all’ospedale con minaccia d’aborto.

Una giornata da ricordare, non c’è dubbio…

Genialata n.3: “tanto c’è il navigatore”

La tecnologia è preziosissima, ci aiuta in mille modi diversi. E google maps o altri navigatori sono davvero utili quando bisogna raggiungere un posto che non si conosce. Certamente per gli invitati è una bella comodità mettere il nome della location su google e trovare le indicazioni per raggiungerla.

Però il navigatore non sempre ci azzecca.

Mi è capitato che il navigatore segnasse una location diversa, poco distante da quella che bisognava raggiungere, e piuttosto simile. Non so dirti il motivo della sovrapposizione, ma nessuno si era preso la briga di controllare. Del resto, google ha sempre ragione, no?

Beh, no.

C’erano due masserie, in realtà molto diverse, ma che agli occhi di un invitato che ci arrivava per la prima volta potevano essere entrambe il posto giusto. Anche nell’altra location (quella sbagliata) si stava svolgendo un matrimonio. E la maggior parte degli invitati è finita lì.

Roba da film comico, ma ti assicuro che per gli sposi (entrambe le coppie) non è stato comico per niente.

Genialata n.4: “una data vale l’altra”

Qui gli aneddoti non si contano. Dalla coppia che ha visto più della metà degli invitati dare forfait perché la data del matrimonio corrispondeva a quella di una partita importante, alla sposa che ha fatto più di due ore di ritardo alla cerimonia, perché si è trovata in mezzo all’esodo estivo.

Dal matrimonio in cui il giorno scelto era lo stesso del matrimonio della cugina della sposa, con tutte le problematiche che puoi immaginare, a quello che cadeva durante il ramadan con un ricevimento a pranzo a cui metà degli invitati (musulmani) non poteva partecipare.

Genialata n.4: “che ci vuole a fare un rito civile?”

Questa genialata è una delle peggiori e delle più frequenti. Oggigiorno tante ragazze sognano un matrimonio all’americana, una cerimonia sulla spiaggia o in giardino, in uno scenario da cartolina.

Optano quindi per un matrimonio civile che giudicano semplice da organizzare, facendo una caterva di errori madornali. Per esempio:

  • scegliere un rito civile standard, officiato dal sindaco o chi per lui, senza nessuna personalizzazione. Tante aspettative e tanti sforzi per poi ricevere una colossale delusione, con un rito asettico e freddo, che non ripaga dell’investimento economico ed emotivo
  • affidare il rito ad un amico che non sa che pesci prendere. Non hai idea di quante coppie vengono mollate a pochi giorni dal matrimonio. Una in particolare ha ricevuto un sms dall’amico che avrebbe dovuto scrivere e celebrare la cerimonia, la SERA PRIMA del del matrimonio, con su scritto “non ce la faccio, scusate”.
  • affidare il rito ad un celebrante improvvisato. Non si contano le persone senza arte né parte che cercano di riciclarsi come celebranti per arrotondare. Certo, si risparmia, ma se ti raccontassi tutte le cerimonie imbarazzanti a cui ho assistito correresti a sposarti in chiesa, dove almeno il risultato (per quanto noioso) è prevedibile.

Qui c’è un’aggravante. Poiché questi riti diventano sempre più frequenti e le cerimonie che puoi rubare da internet sono sempre quelle, la prossima stagione vedrà crollare i sogni di molte spose, quando scopriranno che la loro cerimonia “originale” è la stessa che i loro parenti e amici hanno già sentito al matrimonio di un’altra coppia.

Visto che il rito dovrebbe essere personalizzato, è po’ come avere lo stesso vestito da sposa di tua cugina. INACCETTABILE. Per questo mi impegno così tanto per diffondere il mio progetto Cerimonia VIP (vera, italiana, personalizzata)

Come evitare di fare questi errori al tuo matrimonio.

So che vorresti sapere come sono finiti questi matrimoni e se gli sposi sono riusciti a risolvere i problemi che avevano provocato con le loro genialate. Ma mi dilungherei troppo, magari te lo racconterò un’altra volta.

La lezione che devi portare a casa da questo post è che devi fare un costante esercizio di buonsenso e strategia. Non concentrarti sui MICRO errori. Certo, se ti accorgi di un problema devi correre ai ripari, ma rischi di tralasciare i MACRO errori, quelli che sono veramente gravi e possono trasformare il tuo matrimonio nel giorno più brutto della tua vita.

Per un check dei tuoi preparativi, per acquistare un servizio di  consulenza o per farti guidare da me in tutta l’organizzazione o solo in una parte, contattami.

Se vuoi avere prima un’idea di servizi e costi, qui trovi il mio listino.

A presto!

♥♥♥ Claudia

[la tua amichevole wedding planner di quartiere]