Ci si interroga spesso su come invitare gli ospiti al matrimonio. Le spose come te passano ore e ore a progettare le loro partecipazioni e inviti nuziali. Notti trascorse a studiare cosa scrivere sulle buste delle partecipazioni, giornate intere a compilare a mano gli indirizzi.

Ma che dire dei NON invitati al matrimonio?

Come si fa a comunicare a qualcuno che non è nella lista?

Quando si organizza un matrimonio succede spesso qualcosa di inaspettato. Inaspettato per la sposa, intendo. In realtà è un problema che noi operatori del settore conosciamo bene. Tu ovviamente ti sposi per la prima volta e tutto per te è assolutamente nuovo e sorprendente.

Di cosa sto parlando?

Beh, delle frasi che alcune persone ti stanno rivolgendo, da quando la notizia del grande evento è trapelata. Ti faccio qualche esempio:

“Ho visto un bellissimo vestito per il tuo matrimonio”

“Spero che mio marito riesca ad avere un giorno di permesso, non vogliamo mancare alle tue nozze!”

“Che bello! Non vedo l’ora di farti da damigella!”

“Mi raccomando, dì al ristorante che io sono vegano”

Insomma, tanto entusiasmo e tanta partecipazione. Commoventi, davvero. Peccato solo per un PICCOLO dettaglio: nessuna di queste persone è nella tua lista.

Si crea quindi una situazione molto delicata. Da un lato la loro eccitazione cresce e cominciano a programmare le ferie, acquistare gli abiti e chiederti insistentemente dettagli sull’organizzazione. Sai che devi fermare le loro fantasie prima possibile. Più aspetti e peggio sarà.

Dall’altro non sai come affrontare l’argomento. Non vuoi offenderli, né passare per egoista. Ti fai i conti più e più volte per vedere se puoi permetterti di aggiungere queste persone alla lista degli invitati. Però, budget o no, non ti piace l’idea di essere costretta ad invitare qualcuno.

Dopotutto è il tuo matrimonio. Perché mai non dovresti essere libera di invitare chi vuoi? E di NON invitare chi non vuoi?

E tra l’altro se quelle persone NON sono in lista c’è un buon motivo. Hai preparato quell’elenco con grande cura e hai già dovuto schivare diversi “attacchi”.

  • Quelli di tua madre che pretendeva invitassi tutti quelli ai cui matrimoni lei è andata. Per avere indietro il regalo che ha fatto all’epoca (come ti ho spiegato in questo articolo sulle “buste” i regali di nozze sono in prestito).
  • Quelli di tuo padre che vuole invitare colleghi, capi, clienti e altre persone con cui ha rapporti professionali e con cui vuole fare bella figura. Anche se tu non li hai mai visti in vita tua.
  • Quelli di tua suocera, che salomonicamente vuole applicare dei criteri di giustizia basati sul grado di parentela. Hai invitato una zia? Allora devi invitare tutte le zie. Anche quelle con cui non parli più.
  • Quelli del tuo fidanzato, che poverino è bersagliato anche lui e non sa dire di no agli amici del calcetto, ex compagni di università e colleghi. Tutti con mogli, fidanzate e pargoli al seguito. Perché “più siamo e meglio è”.

Ti senti l’unica ad aver mantenuto una certa lucidità e a voler scremare. Per ragioni economiche, ma anche perché non vuoi intorno persone false o di cui ti importa poco e niente.

Se ti trovi in questa situazione continua a leggere perché voglio offrirti qualche consiglio per uscirne viva senza offendere nessuno e soprattutto salvaguardando la tua serenità.

Come dire a parenti e amici che NON sono invitati al matrimonio?

Prima di tutto devi prendere alcune precauzioni. Se sei ancora agli inizi dei preparativi assicurati di fare queste 3 cose fondamentali.

  1. Mettiti d’accordo con il tuo futuro marito. È fondamentale che, prima che la notizia trapeli, stabiliate una linea guida per quanto riguarda gli inviti. Dovete fare fronte comune.
  2. Chiedi discrezione. Quando dai la notizia a qualcuno ricordati di dirgli che non la deve divulgare. Fai presente fin da subito che sarà un matrimonio intimo e che vuoi comunicare personalmente la notizia.
  3. Fai i conti in anticipo. Valuta la capienza della location e il costo del banchetto. Stabilisci il limite da NON superare in nessun caso.

Fatte queste tre cose, ti tocca parlare con i tuoi invitati e rispondere subito alle loro domande. In realtà alcuni di loro stanno bluffando. Non sono per niente sicuri che li inviterai. Ci sperano e vogliono punzecchiarti per vedere cosa rispondi e per forzarti la mano. Altri invece sono completamente tra le nuvole e sono convintissimi.

Se ci rifletti un po’ nella maggior parte dei casi riuscirai a distinguere i furbi dagli ingenui.

Con i furbi puoi essere un po’ più cinica. Giocare il loro stesso gioco. Far cadere qualche frase in codice tipo:

“Incredibile, tutta questa gente che pretende di essere invitata. Che sfacciataggine!”

“Chi è in lista lo scoprirà quando arriverà l’invito. Chissà…”

“Ci conosciamo?”

Ovviamente queste frasi vanno dette con ironia e con un bel sorriso.

Con gli ingenui devi invece essere più dolce, ma anche più diretta. Loro non stanno cercando di forzarti, non hanno per niente preso in considerazione l’ipotesi di non essere invitati.

Va benissimo il buon vecchio:

“Mi dispiace, ma abbiamo deciso di fare un matrimonio molto intimo. All’evento interverranno solo i parenti stretti. Sicuramente però ci sarà l’occasione di festeggiare con te in un altro momento. Magari con un caffè quando torniamo dal viaggio di nozze?”

Inutile che ti dica che se hai 300 invitati questa scusa non è molto credibile. Puoi essere ancora più diretta e stabilire una regola da condividere con queste persone. Per esempio:

“Mi dispiace, ma abbiamo deciso di invitare soltanto le persone con cui ci siamo visti almeno una volta al mese durante l’ultimo anno”

Sia chiaro, il malumore non si può escludere del tutto. Qualcuno se la prenderà comunque. Ma con sincerità e garbo puoi rintuzzare questi attacchi. L’importante è che tu non aspetti che si siano già comprati il vestito, che abbiano chiesto le ferie o che ti abbiano fatto già un grosso regalo. Perché poi tutto diventerà più difficile.

Spero di averti aiutata a spiegare ai tuoi parenti e amici troppo invadenti che non sono invitati al matrimonio.

Una volta che avrai chiaro il numero degli invitati potrai iniziare a mettere lo sprint ai tuoi preparativi, organizzando tutto il necessario.

Se vuoi il mio aiuto per vivere serenamente questo periodo e realizzare il matrimonio dei tuoi sogni senza impazzire, ecco cosa devi fare. Scarica il mio listino per scoprire i miei servizi e i relativi costi. Riceverai anche gratuitamente tanti consigli per l’organizzazione del tuo matrimonio.

A presto!

♥♥♥ Claudia

[la tua amichevole wedding planner di quartiere]